sabato 19 maggio 2012

Brindisi, attentato davanti a una scuola

OFF
Choc a Brindisi. Un'esplosione davanti all'Istituto professionale per i servizi sociali "Morvillo-Falcone" ha provocato la morte di una studentessa e il ferimento di altri ragazzi. La giovane era giunta in ospedale in gravissime condizioni. Altri otto sono feriti (sono quasi tutte studentesse perché si tratta di un istituto professionale per i servizi sociali).

La ragazza ora più grave è una sedicenne, che come la sua amica e coetanea morta, era tra le persone più vicine all'ordigno esploso. E' in sala operatoria. Le sue condizioni sono gravissime, con traumi toracico-addominali e ustioni su gran parte del corpo. Degli altri cinque feriti, due soli hanno ferite di lieve entità e se la dovrebbero cavare con poco. Gli altri tre avrebbero riportato ustioni del 40%, e uno di loro avrebbe subito fratture e gravissimi danni agli arti inferiori.

Le due bombole di gas, probabilmente collocate ad un timer, erano state collocate su un muretto vicino ad un cancello secondario della scuola Morvillo Falcone di Brindisi. L'esplosione ha coinvolto alcune studentesse che erano appena scese da un autobus urbano e stavano raggiungendo l'edificio scolastico. Un particolare questo che fa ritenere agli investigatori che l'ordigno avesse come obiettivo l'istituto stesso. L'ordigno è esploso questa mattina intorno alle 7,45-7,50 in via Galanti, non lontano dal tribunale. L'ordigno - sempre secondo le prime notizie - sarebbe stato di notevole potenza.
ORE 11.26 - MORTA ANCHE LA SECONDA STUDENTESSA
E' morta Veronica Capodieci, l'altra studentessa rimasta ferita nell'attentato di stamattina davanti alla scuola. Troppo gravi le ferite riportate all'addome e alla testa dall'esplosione. I chirurghi hanno tentato di salvarla, è spirata in sala operatoria"

Chiunque sia stato fa parte degli "uomini di merda" che sono peggiori di Al qaeda.
Quelli di Al qaeda sono ancora al medioevo come cervello grazie alla loro "religione" mentre le bestie che hanno effettuato questo attentato non sono neanche degni di essere chiamati persone.
Per costoro è valido solo il detto "occhio per occhio dente per dente" cioè la "CONDANNA A MORTE" e non il buonismo delle leggi e della magistratura italiane.

4 commenti:

  1. ho una figlia della stessa età, a leggere questa tragica notizia per un attimo mi è sembrato che mi si fosse fermato il cuore, crescere e accudire una figlia per 16 anni e poi vedersela portare in un modo così atroce e una cosa insopportabile, neanche facendo giustizia con le proprie mani potrà lenire la disperazione di un genitore. lo so che le parole sono ben poca cosa, ma sono profondamente addolorato sia come padre che come essere umano, abbraccio fortissimamente i genitori di questa vittima innocente

    RispondiElimina
  2. A me non interessa neppure sapere il motivo sono favorevole alla pena di morte per queste persone a prescindere dai loro pensieri perché sono comunque un danno per la società. Stiamo scherzando, una persona fa fuori due giovani innocenti, il loro futuro i loro sogni e io dovrei pormi il problema se è oppure no giusto applicare la pena di morte. Andatelo a chiedere ai genitori di quelle ragazze.....

    RispondiElimina
  3. Questi "uomini" sono peggio dei maiali

    RispondiElimina
  4. LionessJackson13 ottobre 2012 13:38

    VERONICA NON E MORTA SI è SALVATA MA KE CAVOLO DICONO ANCHE I GIORNALISTI??? -.-"

    RispondiElimina