mercoledì 5 ottobre 2011

Ibrahimovic non ha più voglia.

OFF
"Con l'età bisogna curarsi di più. Quando ero giovane, se sentivo dolore o problemi, riuscivo comunque a calciare in porta da 40 metri. Ora non funziona così, adesso devo riscaldarmi per bene e fare tutto il resto prima di calciare. Sto invecchiando".
"Non sto scherzando sulla mia situazione, e mi dispiace parlarne così spesso. Mi dispiace dirlo, ma non ho la stessa grinta che avevo prima e mi divertivo di più alcuni anni fa. Oggi è diventato tutto routine, anche se mi diverto ancora, godo ancora, ma non mi vedrete in campo con i capelli bianchi e giocare fino a rovinarmi, voglio ritirarmi quando sarò ancora al top. Non è detto che ci riesca, ma è questo il mio obiettivo".
"Prima il calcio era tutto per me. Non pensavo ad altro, e certe volte non andavo nemmeno a scuola per giocare. Adesso non è più così, mi interessano altre cose, e per giocare a pallone in giardino con i miei figli mi sforzo tantissimo, e tocca alla babysitter giocare con loro".

Poverino non ha più voglia di giocare a pallone, che poi è il suo lavoro.
Ma io ti manderei alle miniere, anzi no che dico, ti manderei in fabbrica a lavorare 8 ore al giorno per portare a casa 1000 euro al mese se tutto va bene (esattamente la somma che percepisci tu in 12 minuti di lavoro!!!)
Dovresti pregare Dio ogni momento e dirgli grazie perché hai questa fortuna e starti zitto o, almeno, non dovresti dire queste pagliacciate per rispetto di chi lavora duramente per la famiglia. Avessi avuto io la fortuna di dare due calci a pallone con i miei figli, lo avrei fatto tutte le ore per vederli sorridere e sapere di star con loro anziché dedicare tutta la mia vita al lavoro, a differenza di te che a 34 anni te ne vai in pensione.

1 commento:

  1. Lodovico Merlini5 ottobre 2011 13:57

    a bello se non ti diverti prova ad andare a lavorà

    RispondiElimina